KJ.XReport / Riclassifiche da report eterogenei, reporting intragruppo, transfer price…

slide_xreport_ph

KJ.XReport si pone come lo strumento preferenziale per la generazione di un reporting strutturato attraverso la riclassificazione (guidata da regole altamente customizzabili) delle informazioni provenienti da vari flussi informativi esistenti.

Le funzionalità implementate in KJ.XReport, espresse in prima istanza per la supervisione di un ruling sul transfer price, possono rispondere a varie esigenze interne all’azienda spesso difficilmente risolvibili tramite i sistemi multidimensionali OLAP (in quanto le regole di riclassifica non sempre possono essere definibili in base alle informazioni presenti nei flussi) e quindi lasciate ad una gestione fortemente manuale attraverso l’adozione di una moltitudine di fogli elettronici.

Tentando una semplificazione delle funzionalità offerte da KJ.XReport, queste si potrebbero così riassumere: uno strumento attraverso il quale poter generare un report al pari di un foglio elettronico, in cui vi sia però la possibilità di definire, per ogni specifica cella, un piccolo programma di estrazione dati attraverso un linguaggio potente come l’SQL.

L’applicazione opera in modalità web-based, può quindi essere utilizzata su ogni dispositivo munito di browser (PC Windows, Mac, Linux, iPad, Tablet…). La tecnologia utilizzata per lo sviluppo (KJFrameWork 2.0) consente una notevole riduzione dei costi di installazione e manutenzione per qualunque struttura.

Principali caratteristiche e funzioni implementate

  • Profili utente differenziati.
  • Possibilità di alimentazione tramite vari formati: flussi TXT, accessi SQL ODBC, XLS, Altro…
  • Definizione della struttura di destinazione dei flussi letti.
  • Definizione delle regole di lettura dei singoli flussi di alimentazione.
  • Definizione delle strutture di controllo, ovvero delle strutture atte alla riclassifica dei dati di alimentazione (variabili per ogni istanza generata nel corso degli anni).
  • Possibilità di definire, per ogni singolo elemento della struttura di controllo (equivalente di una cella in logica foglio di calcolo), le regole di alimentazione.
  • Funzionalità per la definizione di regole di alimentazione automatiche tramite condizioni di include e/o exclude riferite a i campi della struttura di destinazione.
  • Possibilità di definizione degli intervalli di include ed exlude tramite: elenco di item, intervallo da a, maschera, condizione custom in SQL.
  • Funzionalità per la definizione di celle di calcolo il cui valore è derivato da quello di altre celle.
  • Riconoscimento automatico dei nuovi codici per ogni chiave definita (su cui sono definite le regole di riclassifica), con possibilità di indagine storica sugli stessi.
  • Possibilità di una gestione manuale delle eccezioni ovvero dei dati che non risultano, a compimento dell’operazione di riclassifica, collocati in una cella di destinazione.
  • Capacità, per ogni control structure, di poter agire tramite alimentazioni incrementali nel tempo (es: mensilmente per una control structure a valore annuale).
  • Massima tracciabilità del percorso che ogni dato ha compiuto dal flusso di origine alla collocazione finale.
  • Possibilità di export in formato Excel di ogni output prodotto.
  • Gestione delle informazioni basata su DBMS di tipo relazionale.

Possibilità di erogazione del servizio

  • Tramite installazione sui server del cliente.
  • Su nostro server appositamente fornito e manutenuto.
  • Su server di terze parti.